Dialisi peritoneale

Come si effettua la dialisi peritoneale?

Nella dialisi peritoneale (DP) viene utilizzata una membrana del corpo detta peritoneo. Questa membrana presenta delle minuscole aperture che fungono da filtro. Scorie e liquidi vengono quindi eliminati dal corpo attraverso di esse.

  • Un tubicino morbido, detto catetere, viene impiantato nel perineo con un piccolo intervento. Una sezione del catetere lunga 15 cm è esterna al corpo e può essere nascosta sotto l’abbigliamento. Al catetere vengono collegate le sacche contenenti il liquido dializzante.
  • Il liquido dializzante passa nel perineo attraverso il catetere.
  • Con la DP, il processo di dialisi avviene nell’addome del paziente e il peritoneo, la membrana naturale, funge da filtro. Il sangue arriva nelle aperture del perineo attraverso i vasi sanguigni; l’acqua e le tossine passano facilmente attraverso di esse. Durante la DP, il perineo funge da serbatoio per il liquido dializzante.

Le tre fasi della dialisi peritoneale

1. La cavità peritoneale viene riempita tramite il catetere per DP con 1,5-3 litri di liquido dializzante.
2. Il liquido dializzante resta nell’addome e consente l’esecuzione della dialisi (depurazione del sangue).
3. Il paziente a questo punto fa uscire la soluzione, contenente solo acqua e tossine e normalmente trasferite nell’urina, dall’addome e la smaltisce.

 

 

L’infermiera addetta alla DP vi insegnerà come effettuare correttamente la dialisi peritoneale in modo da poterla eseguire in sicurezza anche a casa. La maggior parte dei pazienti non riscontra problemi e si familiarizza con la procedura nel giro di alcuni giorni. In caso di domande o difficoltà, in qualunque momento potrà contattare telefonicamente un medico o il personale specializzato. Ogni quattro-sei settimane dovrà sottoporsi a una visita presso l’ospedale o il Suo nefrologo.


 

Chi è idoneo per la dialisi peritoneale?

La maggior parte dei pazienti affetti da insufficienza renale può essere sottoposta a dialisi peritoneale.

In caso di precise controindicazioni mediche, come un precedente intervento in zona addominale, potrebbe essere difficile ricorrere a una DP.

 

Quanto può influire la dialisi peritoneale sulla Sua vita?

La maggior parte dei pazienti è in grado di valutare la flessibilità e la indipendenza offerta dalla dialisi peritoneale. Coloro che optano per questa procedura possono condurre una vita del tutto normale. Essa può essere adattata individualmente su base giornaliera in base al lavoro, alla scuola o ai viaggi.

 

Accesso per la dialisi peritoneale

Per eseguire la dialisi peritoneale è necessario creare un accesso nell’addome. Con un piccolo intervento in anestesia locale o totale si impianta nell’addome un tubicino morbido di plastica. Questo tubo si chiama catetere per dialisi peritoneale (catetere per DP).Questo catetere funge da accesso permanente alla cavità addominale. Solitamente il catetere viene collocato in posizione leggermente sottostante e laterale all’ombelico.

Il Suo medico e/o il personale specializzato, dopo avere parlato con Lei, stabilisce il punto esatto di inserzione del catetere in modo tale che Lei possa nasconderlo facilmente sotto il vestiario. Il punto di uscita del catetere solitamente viene protetto da un bendaggio.